Serendipity (nuova versione)

In cerca di ispirazione, salì sulla terrazza e cominciò a dipingere.

Appena si mise all’opera, si rese conto che la sua ombra copriva metà della tela. Infastidito, provò a cambiare posizione. Ma in qualunque altro punto della loggia, veniva assalito dai bagliori dei violenti raggi del mediterraneo. Dove c’è molta luce, l’ombra è sempre troppa.

Interruppe il lavoro ed andò a comprare il paio di lenti scure che l’avrebbe accompagnato fino alla fine dei suoi giorni. Da qui derivano i paesaggi che gli hanno dato tanto successo e quella misteriosa patina che avvolge ogni cosa come un filtro che ci separa dalla realtà.

gaetanovergara © 2004

Annunci