Segni in cerca di senso

In un commento all’ultimo post riportato qui sotto, avevo risposto a Raz e Violeta che anche a me succede di sfogliare i miei vecchi taccuini pieni di parole e immagini e sorprendermi di fronte ai segni di un estraneo.
Avevo aggiunto che, peraltro, nel riempire i miei blocchetti non rispetto l’ordine delle pagine, in modo da mischiare tempi di stesura, storie e sensazioni vissute in un arco di tempo che può essere di un mese come di cinque o sei anni. È possibile, dunque, che su uno stesso taccuino si ritrovino pagine del ‘99 e del 2004, e ad ogni momento sembrano moltiplicarsi gli estranei che firmano quei fogli.

 

gaetano vergara (c) 2004 - link a un post interno al blogBando ai pessoismi di maniera, da una di quelle pagine tiro fuori, scannerizzo e modifico in digitale questo disegno. D’altro canto non è la prima volta. Salvo dove diversamente indicato, tutte le immagini di questo blog provengono dal condominio che popola il mio cervello (mentre lo scrivo mi accorgo che sto ricadendo nei modi molteplici di Fernando & Co.).

In questo specifico caso, si tratta di un’illustrazione in cerca di titolo e di senso. E mi piacerebbe che qualcuno di voi di buona volontà provasse a cercare di spiegare cosa caspita ho disegnato sul cinquantaseiesimo foglio del mio taccuino tedesco; e magari suggerisse pure un titolo adeguato, di quelli che illuminano un’operina insipida e ne fanno un capolavoro concettuale.

Naturalmente, è solo un gioco simbolico e insignificante come la vita, e come nella vita non c’è alcuna gratificazione finale (a meno che non siate di quelli che considerano un premio la dissoluzione della carne e l’impossibilità di sentire i propri passi che calpestano il suolo).

 

 

 

 

A rileggerci presto,

gaetano / aitan

P.s. Come le parole, anche i disegni che inserisco su questo blog sfuggono alle regole del copyright, però mi farebbe piacere che se qualcuno utilizzasse quest’immagine ne specificasse la provenienza. Magari anche solo inserendo la scritta gaetano vergara © 2004 che appare al passaggio del mouse (come succede in codesta pagina).

 

Annunci