Voci dalla collina – I parte

1. Il garzone di bottega
Mentre Leonardo percorreva le curve del suo immortale ritratto, io percorrevo le cosce della signora con la testa nascosta sotto le sue ampie vesti.
Tutti conoscono quel sorriso; ma ormai nessuno ricorda più il mio nome.

2. La vittima
Quando mi disse che l’importante è essere belli dentro, non avrei mai potuto pensare che mi avrebbe squartata viva sezionandomi le viscere in pezzi uniformi.

3. Il capostazione
Tutto era perfetto. Ogni cosa al suo posto. Gli orari si ripetevano sempre nella stessa sequenza. Nella mia stazione non esistevano ritardi né imprevisti.
Eppure, quel giorno i treni subirono qualche minuto di ritardo. Il tempo di spazzare il mio corpo dai binari.