Le dissi che ero stanco, esausto. Basta, le dissi, non verrò mai a vivere con te, ma non andrò nemmeno più da lei. Basta, le dissi, nessuno più mi avrà e seguirò un cammino che è soltanto mio. Adesso, adesso stesso, le dissi, salirò in terrazza, sceglierò l’albero più nodoso e attaccherò il cappio al ramo più alto. Ma basta ora, ora basta, le dissi, e gettai via la cornetta ridendo come un forsennato. E come un forsennato presi la corda dalla stanza delle scope e l’attaccai al ramo più alto dell’albero più nodoso. Mi fermai a guardare e continuai a ridere a crepapelle.

Che ne sapeva la poverina che sul mio terrazzo c’erano solo bonsai?