‘ncoppa ‘o cuotto
l’acqua vulluta
e ‘nzevata *

uffa, che sconquasso
già avevamo prima
problemi d’igiene
monnezza qua e là
tra abiti in taffettà
e donne in decolleté,
ora, ogni due e tre,
in città ci viene
pure,
scusate la rima,
capitan fracasso
mister ti-ripasso
visir del salasso
silvio berluscasso
**
(e io mi sono proprio rotto il casso
e va a puttane anche la metrica,
ché sto troppo troppo incazzato
per badare a queste cose
fatte di numeri, formali
dissensi  e  parole,
mentre qui intorno
ogni giorno
si muore.

***
….
..
e
si muore
ammazzati,
mica d’amore
o di malumore.)

*  *  *  *  *  *  *  *

Annunci