Oggi questo blog compie sei anni. Sei anni sono tanti. Ormai sembra un vecchietto un po’ stanco con intorno tutta una miriade di giovani social network e twitter che lo trascurano, lo trattano come un vecchio bacucco sempre impegnato a dire cose barbose e a lamentarsi della realtà virtuale e di quella reale o presunta tale. Ma non importa, io gli faccio i miei auguri, faccio i miei migliori auguri al mio caro blog: gli auguro di continuare ad avere voce finché ci sarà qualcuno disposto ad ascoltare e, magari, anche a scambiare quattro chiacchiere con lui su questo viale sempre più desolato e oscuro.