pastichando e
canzonando,

l’a-mmmo-re

 
ti amo
ti amo
ti amo ti
amooo
ti amo
ti amo
ti adoro
tu sei la vacca
e io il toro
ti amo
ti adoro
dammi la pacca
che poi ti defloro
come il cavallo
col mulo
e il gallo
col cuculo
 
ti amo,
ti amo,
ti adoro,
non ti lascerei
per tutto l’oro
t’amo,
ti amo,
t’adoro,
senza dubbi
né decoro
ti amo,
ti amo,
ti adoro,
metro per metro
poro per poro
ti amo,
ti amo,
ti adoro,
come il cavallo
col mulo
e il gallo
col cuculo
 
tutto il resto,
come dice
il poeta marchettaro,
è noia,
oppure
finta carne
di finta soia,
e non ho detto gioia,
porca di una troia!,
ma noia
noia, noia
 
noi-a-ccoccolati
ad ascoltare il mare
quanto tempo siamo stati
senza fiatare
noi, noi
accoltellati
fino a farci male
quanto sangue abbiamo versato
sulla tromba delle scale
e tutto il resto…
tutto il resto
te lo dico domani
che ora non ho spiccioli
ed ho altro per le mani
(altro che versi
d’animali
e poesia
delle piccole cose)
 
tengo ‘na minchia tanta
tengo ‘na michia accussì

 

Advertisements