Tag

, , ,

 Gabbiani Procidani 

I
(apologo napoletano)

'E gabbiane song' 'e femmene ‘mmiezz’e vie ‘e Milano,*
Pe dereta 'e vide e t'arrecrije pensanno 'o pilo
Po' volano vascio, 'e guarde mmiezz'e cosce
e capisce…
e capisce…

e ca' pisce

II
(hispánico haiku)

Y las gaviotas

y las gaviotas
no son otra cosa que
cerdas aladas

III
(sintesi impoetica in lingua italiana)

I gabbiani sono le donne per le vie di Milano,
da dietro le vedi e ti fanno esultare di gioia,
poi volano basso, le guardi tra le cosce
e capisci.

Sono solo
Scrofe con le ali
I gabbiani.



* La versione originale dice che i gabbiani song'  'e femmene 'ncoppa 'o Rettifilo (come si ascolta anche nel video girato a caldo su una spiaggia di Procida), poi, però, qualche giorno dopo, mi capitò di trovarmi tra le vie della capitale della moda italiana e non potetti fare a meno di notare che tra le milanesi questo fenomeno del quadro ‘e luntananza (cioè di chi – uomo o donna – visto da lontano e di spalle sembri molto migliore di quanto appaia a uno sguardo ravvicinato) era ancor più diffuso che dalle mie parti.

Ciò detto, in onore a un’impressione e ad una delusione ripetuta, ma senza alcun intento di offesa né alle milanesi, né alle napoletane né alle donne di ogni longitudine e latitudine che sono quanto meno belle dentro (come usava dire quel mio amico che le ammazzava in serie per ammirarne visceri e metri di intestino accuratamente avvoltolati).


Annunci