Tag

,

Muito Romântico
cinquantunesimo frammento
(silly nightmare number two)
 
Mi trovo in un posto straniero che non so. In verità so che sono in Turchia, ma è una parte della Turchia che non conosco e a tratti mi sembra di essere in Siria o in Armenia.
Sono su un autobus molto affollato. Quasi tutte donne col velo in testa e piuttosto grasse ed anziane. Le spio dallo specchietto retrovisore. Una ha occhi molto belli che mi ricordano i tuoi.
Provo a telefonarti, ma il telefono non prende. Neanche una fottuta tacca.
Entro in ansia. Non so bene perché, ma so che devo assolutamente sentirti al più presto. É una questione di vita o di morte. Mi agito, sudo. Mi giro intorno cercando aiuto.
C'è molto traffico. Siamo bloccati tra le auto. Ne approfitto per scendere dal pullman e provare a chiamarti da un locale pubblico.
Entro in una specie di bar e mi avvicino al telefono. Mi sento osservato, ma non me ne frega niente. Io devo solo chiamarti al più presto. Il resto non importa.
Metto le mani in tasca e mi accorgo di non avere con me né denaro né portafoglio.
Faccio per tornare al bus, ma non riesco più a trovarlo. Non c'è più nemmeno il traffico e mi ritrovo da solo in un paese straniero, dove si parla una lingua che non conosco, senza borsa, senza telefono, senza documenti, senza soldi e senza te…

 

Advertisements