Tag

,

Allzumenschliches Nostrom 

parall

ora che è pieno di cadaveri
il grande eterno specchio
che ci unisce e ci separa
dall’altra sponda
dicon ci voglia
sommergere
con un’onda
o con un’orda
ma più d’uno
si scorda
quant’acqua
è già passata
per questo
spazio aperto
che chiamiamo nostrum
parall
perché non lo sappiamo
che il mare
è di chi lo sa amare
e non si farà mai domare
da chi lo vorrebbe
trasformare
imbalsamare
e armare
come la terra desolata
su cui puntiamo i piedi
e i nostri fucili
sempre pronti
a zittire i canti
e fendere l’aria
e i corpi
a colpi
di umana
troppo umana
disumanità
parall
Advertisements