Tag

Muito Romântico
cinquantaduesimo frammento


Perché quando tu non ci sei, mi manco anch’io.
 

Dopo averti accompagnato, rientro a casa e la trovo vuota, svuotata di tutto e, soprattutto, di senso; la mia casa non è neanche più la “mia casa”, ora che tu non ci sei, e io mi sento una porta senza più maniglia né mani, una finestra affacciata sul nulla, quattro inutili pareti stanche di non contenere nessuno e non proteggere più niente di niente di niente. Ormai sono solo un soffitto stanco che non vorrebbe null’altro che sprofondare su se stesso e portare via ogni cosa; perché nessuna cosa ha più valore, significato o ragione di essere, ora.

 

Annunci