Tag

Muito Romântico
sessantesimo frammento

Sento tra la folla il suo profumo. La penso e la rivedo ovunque e in ogni momento. Avevo progettato di regalarle una borsa uguale alla mia: una Roncato Ciak nera di tela morbida. L’avrei riempita dei suoi oggetti di uso quotidiano (sigarette, gomme masticanti, penne, fazzolettini di carta…) e di una raccolta di pagine scelte dalle nostre lettere degli ultimi mesi. Ma ora che è andata via, mi manca la voglia di pensare e vorrei solo sprofondare in un lungo sonno in cui sognare solo di dormire, dormire e dormire. […]

La notte sogno di aver perso la mia Roncato nera e di cercarla disperatamente per le strade del centro, tra i vicoli di periferia, nella stazione, negli alberghi e sotto i letti. Chiedo a chiunque notizie della sua presenza. Penso di andare in giro con una foto che la rappresenti. Strappo dalle mani di ignari passanti le loro borse per verificare se si tratti della mia. Ma lei non c’è più. È improvvisamente e inspiegabilmente sparita, come inghiottita dal tempo.

[…] Forse potrei amarti anche vecchia scugnata. Forse continuerò ad amarti anche se mi lascerai definitivamente e ti risveglierai dai nostri sonni per ricadere nella tua principesca quotidianità. E continuerò per sempre a cercarti tra la gente che non sa. Forse.

Annunci