Tag

,

Fin da quando non avevo ancora sviluppato la malizia degli adulti, mi hanno insegnato a scegliere le vie che ritenevo più giuste, piuttosto che imboccare i cammini larghi delle convenienze. E ho deciso di continuare per queste strade strette ed impervie anche dopo, quando m’erano cresciuti i peli sulla faccia e nel cuore e portavo dentro le voci che mi avevano guidato e ancora ora mi stanno suggerendo il cammino.

Per questo, nella vita come nella politica, guardo con sospetto e cerco di evitare in ogni modo le persone che fanno troppi calcoli. Anche perché, a ben vedere, la vita è molto più complicata dei conticini di questi infidi calcolatori da quattro soldi e, grazie a dio, tante volte sono loro i primi a trovarsi intrappolati nelle loro strategie da strapazzo, nelle infime beghe in cui si ficcano e nelle loro trame da mercanti imbroglioni e imbrigliati.

Alla fine della storia, l’onestà paga e, se non paga, è premio in se stessa.