Tag

,

Ieri la piccola – che poi ha compiuto solo qualche giorno fa 7 anni e io comincio già a dubitare di poterla ancora chiamare così -, la piccola, dicevo, ieri stava giocando con le sue amichette “alla maestra e le alunne” e, quando è arrivato il suo turno di improvvisare un dettato (respiro da periodo troppo lungo), si è inventata questa storiella qui, breve, ma intensa (almeno così pare a ‘mme, ma poi magari è solo che ogni scarrafone – si fa per dire – è bello ‘a mamma soja, e pure ‘o pate suoje, se è per questo)…

DETTATO
(Il gatto che voleva giocare a pallone)

Il gatto era bello e giocava a pallone, nonostante si chiamava Nongiocareapallone.
E la mamma gli disse: Non si fa.
E quindi Nongiocareapallone si mise a piangere e andó in punizione per otto secoli.
E lui disse: Ma che punizione è questa? Uffa, non è giusto!
E la mamma disse:
– Allora stai in punizione per altri cento secoli.
– Mamma, sono passati già otto secoli… Ho mille e due anni.