Tag

,

Chiudiamo i porti, gli aeroporti, gli eliporti, gli angiporti, i passaporti e tutti i rapporti col mondo al di fuori dai nostri pianerottoli (che poi io pure con la signora della porta accanto non è che ci vada tanto d’accordo e quando bussa, tante volte, faccio il morto per farle intendere che non ci sto o che sto dormendo il sonno profondo dei giusti). Chiudiamo tutto e saremo felici come un embrione rintanato nella pancia di sua madre il giorno prima di un aborto che lo salverà dalle impurità del mondo. Chiudiamo tutto e saremo sovrani della nostra isola in mezzo al male.

Everyone is King in his own Home!
E che cacchio!

Annunci