Tag

,

Piacemi pensare che il primo rimatore
Fu un omino sordo o un suo imitatore
Che tu gli chiedevi: “C’è posto qui a fianco?”
E lui ribatteva: “No, no, non conosco Franco”.
“Volevo sapere se mi posso sedere…”
“Son mica cacchi miei se ha rosso il sedere!”
“Le chiedevo solo se la sedia è libera.”
“Ma che m’importa a me che Velia è una vipera?
E tu riprovavi disperato: “‘Nsomma, c’è posto qui?”
E lui, sempre più alterato: “Cheee? Falla lì la pipì”…

Le prime rime verrebbero da questo fatto qua
Il che prova che l’incongruenza e la sordità
Son tipicamente mezzi della rima
Com’annunciavo e dicevo già prima.