Tag

,

Il postino suona sempre tre volte, però la prima conta come zero; come quando abiti al secondo piano però sotto di te ci sono i coinquilini del primo e quelli del piano terra: un-dos-tres, un pasito adelante, Mattia…; come il gioco delle tre carte, che la pallina non è qua e non è là. Ma non c’è proprio nulla di cui scandalizzarsi, la matematica è labile e manipolabile come un’opinione; le idee sono come le mutande, le devi cambiare ogni giorno, e qualche volta anche due volte al giorno che, come dimostrato, possono essere pure tre; tipo i quattro a scuola che passano a cinque e diventano 6, o gli ottanta agli esami che con un aiutino e un po’ di bonus arrivano a 100 e… che fai non ce la metti la lode?; e poi lo sanno tutti e chiunque che non c’è due senza tre, che chi fa da sé fa per tre e che 2 + 2 fa 5, e su questo non si discute, ma, volendo, ne possiamo anche parlare. Un, dos, tres, un partito adelante, Mattiaaaaaa…