Tag

,

Testamento spirituale di Stefano Vergara

Sono trascorsi 20 anni, ma questo foglio dalla forma fuori dal comune continua a parlarci.
Lo trovammo tra le sue carte a pochi giorni dalla sua morte, messo là perché lo trovassimo.

Mio padre si accasciò nei pressi del cancello del Parco Clivia di Frattamaggiore, il condominio dove viveva e dove era nato 60 anni prima, quando in quello stesso spazio c’era il palazzo di suo padre. Stava discutendo con dei ragazzi che occupavano l’entrata con i loro motorini e i loro corpi parcheggiati fuori l’accesso al condominio.
Con tutta quella calca e il traffico frattese non si fece in tempo a raggiungere l’ospedale.

Era il 3 ottobre del 1999.
15 giorni dopo avrebbe compiuto 62 anni.