Tag

,

Spero solo che in un futuro prossimo o lontano non vedremo tutta questa vaccinazione di massa come oggi guardiamo i salassi praticati dai barbieri-chirurghi del tempo che fu.

P.s. Non sono un no-vax; l’ho perfino fatto il vaccino. Il giorno dopo mi è venuta la febbre.  Mi hanno detto che è un normale segno dello sviluppo delle mie difese immunitarie nei confronti dell’attacco virale. Quasi un fatto positivo, insomma.
Mi è venuto in mente che anche lo svenimento dei succhiasangue era considerato benefico, tanto che molte sessioni venivano concluse solo quando il paziente arrivava a perdere i sensi.


Intanto, accendo la tivvù e, a Domenica in, vedo un plurinquisito fare un siparietto di propaganda vaccinale. Tutto un panegirico sulle doti del plurinquisito che, dal prestigioso Istituto Spallanzani, gestisce il piano nazionale di lotta al virus. Che è anche un grande business. Non dimentichiamolo.

Il soggetto di cui parlo lo scorso dicembre ha anche aperto il Vday nei tiggì nazionali.
Il soggetto di cui parlo fu inquisito per lo scandalo “Lady Asl”, al secolo Anna Iannuzzi, manager delle fisioterapie, che foraggiava gli uomini di Francesco Storace in cambio di falsi mandati di pagamento, fatture fasulle e finti accreditamenti.
Il soggetto di cui parlo, direttore sanitario prima in Campania e poi in Lazio, fu sottoposto ad inchiesta per una truffa di 82 milioni di euro consumata nelle Asl di Roma.
Il soggetto di cui parlo fu condannato nel 2009 al pagamento di 300.000 euro per la condotta dolosa tenuta in occasione dello svolgimento del concorso interno a 12 posti di dirigente amministrativo della Asl RmC.

All’inizio pensavo fosse un omonimo, ma poi ho capito che era proprio quel tipo là e mi sono un po’ preoccupato, anche se magari lui ha espiato le sue colpe e si è redento…; oppure è stato più volte vittima innocente del sistema giudiziario nazionale.

Va be’. Viva l’Italia! L’Italia vaccinata…

L’Italia derubata e colpita al cuore
Viva l’Italia
L’Italia che non muore

Viva l’Italia
L’Italia che è in mezzo al mare
L’Italia dimenticata e l’Italia da dimenticare
L’Italia metà giardino e metà galera
Viva l’Italia
L’Italia tutta intera

Viva l’Italia
L’Italia non adulta
L’Italia che si dispera e l’Italia che esulta…

Viva l’Italia

L’Italia con gli occhi spenti nella notte triste
Viva l’Italia

Anche se non esiste