C’è il riscaldamento globale, dice.

Ma a me che me ne importa?
gli faccio io.
Tanto ho il condizionatore…

Con i condizionatori
si aggrava il problema, dice,
e farà sempre più caldo là fuori, dice.

E mica è solo questo…, aggiunge.

Ma che palle!
Lo interrompo io,
e gli rispondo…
Embé, qual è il problema?
Se si alza il surriscaldamento,
io li metto a palla,
i condizionatori,
e me ne resto chiuso in casa,
nel bel fresco
delle mie quattro mura.

Ecco, glielo ho detto.
Mo me ne sto
zitto e muto
e penso
Ma guarda un po’ questi qua
che vogliono terrorizzare la gente!

Poi non penso più a niente
e mi metto a guardare il mare
che ogni anno mi pare
più alto e bello
e ci sono pesci e uccelli
che non si erano mai visti
da queste parti,
insieme ad altri
che non vedremo più…

Mi dicono.


In appendice, una serie di consigli per sopravvivere alle calde notti d’estate senza l’abuso di condizionatori, deumidificatori ed altre diavolerie elettriche ed elettroniche.