Tag

, ,

Se tutti i cinesi, gli africani e gli indiani avessero una o due automobili per famiglia…
Se tutti i cinesi e gli indiani usassero i condizionatori…
Se tutti i cinesi bevessero acqua in bottigliette di plastica…

Se, se, se e sottolineo se…

Una decina di anni fa, dicevamo: “Se tutti i cinesi usassero la carta igienica”…
Che poi pare che ci fu un aumento del prezzo della carta, quando in molte remote regioni della Manciuria, della Mongolia e del Guizhou cominciarono a consumare rotoli e rotoli di morbidezza.

In verità, non so se a tutt’oggi la maggior parte o tutti i cinesi usino la carta igienica in modo costante e diffuso; ma, nel frattempo, ho letto che proprio in Cina, si sono ritrovate le prime testimonianze (medievali) di uso di carta per nettarsi il culo e, intorno al XIV secolo, all’epoca delle dinastie degli Yuan e dei Ming, pare che si cominciarono anche a diffondere i primi rotoli appesi ai muri porcellanati dei palazzi di corte.

E con questo, chiudo codesto post di merda, scritto nel cesso, in un mondo globalizzato che cerca sempre le cause dei problemi lontano da noi.
E invece, dovremmo cominciare a pensare che, se una volta allontanata da noi tutta la gente di merda, sentiamo ancora la puzza, o siamo noi gli uomini di merda o ne abbiamo calpestata una. A meno che non la stiamo facendo.