Nuoto nel vuoto
e mi stendo sul fondo
percuotendo le pareti
dello strato più profondo di me.

Ai margini del tempo umano
sopravviveranno solamente
granchi, ricci di mare e spugne.

Ne prendo una che galleggia sulla schiuma
e mi lavo lentamente la schiena,
come se fossi l’unico essere umano
sopravvissuto al diluvio universale
della vasca da bagno di casa mia.

 

Annunci