Matteo, ‘i vorrei…

Tag

, ,

Matteo, vorrei che tu e Lapo e Del Rio
fostevi presi per incantamento
e messi in un vason, ch’al buon vento
lontano andasse dal loco vostro e mio;

sì che fortuna, ruzza o venticello
non ci potesse dare più tormento,
nel sentir dire ad ogni momento
ciance e fole sopra questo o quello.

E monna Agnese e qualche trans poi
di quelle con cui Lapo si fa e tenta
con voi ponesse il buono incantatore:

e quivi rimaner senza rancore,
e ciascuna di lor fosse contenta,
sì come i’ credo che saremmo noi.

__________________________

Eppur provo pietà pe’l pover Lapo,
ch’una ne tira e l’altra daccapo
e fa fregnacce sempre e senza posa
in mezz’a questa folla rumorosa.

Et vinum vinum sit

Tag

,

Quando è vino buono,

che fa se il bicchiere

è mezzo pieno

o mezzo vuoto?

L’importante è che

lo tracannerò

tra un momento

senza alcun indugio

o ripensamento.

E lo so già

che mentre bevo

niente di meglio

sento, presento

o invoco.

Anche se

saprà

di poco,

come

d’inverno

il fuoco

e in ogni tempo

il gioco.

Prosit

et vinum sit!

What is Success?

Tag

,

He achieved success who has lived well, laughed often, and loved much;
Who has enjoyed the trust of pure women, the respect of intelligent men and the love of little children;
Who has filled his niche and accomplished his task;
Who has never lacked appreciation of Earth’s beauty or failed to express it;
Who has left the world better than he found it,
Whether an improved poppy, a perfect poem, or a rescued soul;
Who has always looked for the best in others and given them the best he had;
Whose life was an inspiration;
Whose memory a benediction.

Bessie Anderson Stanley (1879-1952)
___________

Ha avuto successo chi ha vissuto bene, ridendo spesso e amando tanto;
Chi ha goduto della fiducia di donne pure, del rispetto di persone intelligenti e dell’amore dei bambini;
Chi ha trovato il suo posto nel mondo e ha portato a termine il suo compito;
Chi non ha mai smesso di apprezzare ed esprimere la bellezza della Terra;
Chi ha lasciato il mondo meglio di come l’ha trovato,
Si tratti di un papavero ben coltivato, di una poesia perfetta o di un’anima risanata;
Chi ha cercato negli altri il meglio e agli altri ha dato il meglio di sé;
Colui la cui vita è stata un’ispirazione,
E la cui memoria resta una benedizione.

(La traduzione è mia)

Anagrammi giudiziosi

Tag

Tokyo è l’anagramma di Kyoto
Teatro è l’anagramma di attore

Mosce è l’anagramma di scemo
Salvador Dalí era Avida Dollars e lo sapeva

I proci erano l’anagramma dei porci

Un visir bellicoso è l’anagramma di quel Silvio là
Mento a terzi è l’anagramma di Matteo Renzi
Matteo Renzi è l’anagramma di morte azioni

Arma magna e l’anagramma di anagramma
Ma la gran ma è l’anagramma dell’anagramma
(Che secondo Enrico Parodi
“Lo determini mercé l’esatto
Rimescolamento delle lettere”)

E chest’è!

Che sete!

Che (s)sete di onestà
E anche di te stes(s)o!

Train de Vie  (Calligramma in Forma di Strummolo)

Tag

Il tempo

sembra passare

come gli alberi ai bordi dei binari,

ma siamo noi che gli passiamo davanti,

costretti a un movimento incessante

fino all’ultimo battito,
che è la vera misura
di quello che
chiamiamo
tempo

e che

sembra passare

come gli alberi ai bordi dei binari,

ma siamo noi che gli passiamo davanti,

costretti a un movimento incessante

fino all’ultimo battito,
che è la vera misura
di quello che
chiamiamo
tempo

e che

sembra passare

come gli alberi ai bordi dei binari,

ma siamo noi che gli passiamo davanti,

costretti a un movimento incessante

fino all’ultimo battito,
che è la vera misura
di quello che
chiamiamo
tempo

e che

Continua a leggere